Carabinieri, controlli a una gara amatoriale (foto repertorio)

La Banda delle Gran Fondo è stata fermata, sono state indagate infatti quattro persone dalla Procura di Imperia perché ritenute colpevoli di almeno 27 furti di biciclette. In ben 21 di questi furti il valore delle biciclette superava i dieci mila euro. La banda proveniente dall’Emilia Romagna operava in tutto il nord Italia.

Le indagini erano scattate nel 2017 e sono state condotte dai Carabinieri di Imperia, le prime denunce sono arrivate per furti durante gare amatoriale proprio nell’imperiese. Ma le indagini hanno permesso di risalire agli spostamenti della banda, accertando così altri colpi in Lombardia, Piemonte, Toscana e Veneto.

Come operasse la banda delle Gran Fondo è facile pensarlo, ed era tutto programmato a tavolino. La banda si avvicinava al ritrovo delle gare, si confondeva con le decine di ciclisti amatoriali per poi sottrarre le biciclette quando incustodite. Il capo della Banda, già segnalato e sottoposto a obbligo di dimora, residente a Piacenza, si spostava per fare i colpi nei fine settimana sfruttando i permessi per andare a trovare i famigliari.

Facci sapere cosa ne pensi. Lascia un commento 🙂
Loading...