L’emergenza coronavirus ha provocato un effetto a catena che ha portato allo slittamento di moltissime gare, tra cui i campionati italiani di ciclismo. Inizialmente previsti dal 19 al 21 giugno, l’Uci ha ufficializzato le nuove date che saranno dal 21 al 23 agosto. Non cambia il luogo dell’evento ovvero le strade intorno a Bassano del Grappa, Marostica e Cittadella nel Veneto.

Come riportato sul sito ufficiale dei campionati italiani c’è massima collaborazione dagli organizzatori, che hanno a cuore innanzitutto la salute di atleti e persone coinvolte. Come sottolinea Jonny Moletta di Jonny Mole Design, “aspettiamo con fiducia di tornare a correre e di assistere al rilancio della bici come mezzo di trasporto simbolo contro paura e isolamento. Anche per questo il Campionato Italiano sarà una tappa imperdibile di un percorso di ripresa del nostro territorio, certo, ma anche delle sane abitudini”.

“Abbiamo appreso la notizia dell’UCI, ci atteniamo alle loro disposizioni e a quelle future di Regione e Ministero della Sanità”, continua Filippo Pozzato. “Cambia la data, non l’obiettivo di proporre un evento innovativo e dal sapore internazionale, sulla scia delle classiche del Nord”.

A questo proposito Pozzato svela in anteprima che “lungo il percorso di CI2020 ci sarà un momento di grande pavé: il muro della Tisa a Colceresa. È un passaggio mozzafiato che non ha nulla da invidiare a quelli del Nord Europa. Abbiamo l’opportunità di averlo qui, a casa nostra, a mettere alla prova i nostri campioni”. Il muro della Tisa è inoltre una palestra naturale di allenamento per protagonisti come Alessandro Ballan, ultimo italiano a vincere il Campionato del Mondo e trionfatore al Giro delle Fiandre, con punte di pendenza fino al 15%.

Conclude Pozzato: “Adesso dobbiamo avere un po’ di pazienza, per rispetto di tutti e per ripartire ancora più forti. L’attesa di oggi prepara l’entusiasmo di domani”.

Facci sapere cosa ne pensi. Lascia un commento 🙂
Loading...