Chris Froome vuole tornare a correre in bicicletta e ha fretta di farlo. Intervistato dal The Telegraph ha dichiarato che già a fine ottobre ha intenzione di rimettersi in sella in una gara ufficiale.

L’incidente occorso al giro del Delfinato, che gli procurò un grave infortunio al femore, sembra storia passata. Proprio quell’incidente gli costò il Tour de France e intervistato The Telegraph lo commenta così: “Sembra che dopo una discesa abbiamo attraversato una città. Non ricordo. È stato in quella città, quando c’era un lungo rettilineo, leggermente in discesa, che è successo. Immagino che il fatto di non ricordare nulla significhi che non mi perseguiterà quanto accaduto”.

Due settimane fa il campione in forze del team Ineos è stato avvistato in sella in bicicletta, a rallentare il recupero completo un incidente casalingo, ma a fine ottobre sembra sia ora di ripartire.

“Sarebbe bello poter fare alcuni di quegli eventi post stagionali – commenta il leader Ineos – che di solito faccio a fine anno. Solo per tornare di nuovo sulla scena con i professionisti. Sarebbe bello se potessi fare qualcosa prima di gennaio 2020. Dell’incidente c’è una finestra di cinque minuti in cui non ricordo nulla e questo mi fa impazzire”.

Froome ha infatti annunciato che intende correre il Criterium di Saitama in programma a fine ottobre. Tutto per prepararsi adeguatamente per ricominciare a correre ad alti livelli. Gli obiettivi dichiarati del campione keniota sono infatti il Tour 2019 e i Giochi Olimpici di Tokyo nel 2020.

Proprio sulle Olimpiadi commenta: “Dovrebbe essere una gara estremamente estenuante. E venendo una settimana dopo aver fatto il Tour è quasi perfetta. Mi piacerebbe provare a vincere sia la prova in linea che la cronometro. Dovrò allenarmi più duramente di quanto non mi sia mai allenato prima di tornare di nuovo in corsa”.

Facci sapere cosa ne pensi. Lascia un commento 🙂
Loading...