Vanhoucke

Tempi duri per il ciclismo. Harm Vanhoucke, il ciclista belga della Lotto-Soudal, è stato preso a pugni da un automobilista durante un allenamento. Lo ha riferito l’atleta stesso in un ‘messaggio che preferirei non pubblicare’, ha scritto su Facebook il 21 marzo.

L’aggressione a Vanhoucke

Il ciclista ha postato su Facebook il racconto della sua disavventura. L’aggressione è avvenuta verso le 12. Sarebbe stato un uomo di mezza età, tra i 40 e i 50 anni, a bordo di un furgone nero ad avvicinarsi con prepotenza a Vanhoucke. ‘Gli ho chiesto di tenere le distanze’, ha raccontato il ciclista ma lui ha insistito, è sceso dal mezzo e lo ha preso letteralmente a pugni.

Il commento di Vanhoucke

Dopo il fatto, il professionista ha commentato: ‘Questo è tutt’altro che normale al tempo del corona‘. Poi ha lanciato il suo appello: ‘Se qualcuno conosce questa persona, per favore mi mandi un messaggio’.

Ecco il post originale:

Een bericht die ik liever niet zou plaatsen. Omstreeks 12u werd ik in Aalbeke in de aalbeeksestraat van de baan gereden…

Pubblicato da Harm Vanhoucke su Sabato 21 marzo 2020
Facci sapere cosa ne pensi. Lascia un commento 🙂
Loading...