La stagione del ciclismo è ormai chiusa, OA Sport ha però stilato una classifica particolare, quella dei ciclisti più pagati nel 2019. Se da un lato il ciclomercato è in pieno fermento con alcuni passaggi clamorosi e altri che vanno via via definendosi, è curioso sapere quanto hanno guadagnato i primi dieci come inaggi. Al decimo posto troviamo il norvegese Alexander Kristoff 1,8 milioni di euro, al nono Valverde con 1,8 milioni + bonus per il campionato del mondo vinto a Innsbruck 2018. I velocisti Mark Cavendish con 2 milioni di euro all’ottavo e Marcel Kittel con 2,3 milioni di euro settimo.

Al sesto troviamo il colombiano Nairo Quintana con 2,5 milioni di euro, quinto l’inglese Geraint Thomas 3 milioni di euro in rampa di lancio nel 2020. La quarta posizione a un passo dal podio troviamo con sorpresa, proprio nell’anno più sfortunato della carriera, il cavaliere dei quattro mori Fabio Aru con un ingaggio faraonico della Uae Emirates: 3,2 milioni di euro.

Ed eccoci al podio dove lo Squalo di Messina Vincenzo Nibali si attesta in terza posizione con uno stipendio di 4 milioni di euro che sappiamo non rinnoverà con la Bahrain Merida, essendo in direzione Trek Segafredo. In seconda posizione un altro atleta che non rinnoverà il contratto per il 2020 e che è già passato di casacca al team Ineos, parliamo di Chris Froome con un ingaggio da 5,5 milioni di euro.

Il Paperon de’ Paperoni del ciclismo nell’anno 2019 è leader della bora, lo slovacco funambolo e per tre volte iridato Peter Sagan con uno stipendio intorno ai 6 milioni di euro l’anno.

Facci sapere cosa ne pensi. Lascia un commento 🙂
Loading...