Uran dopo l'operazione

Un bruttissimo momento per Rigoberto Uran: il colombiano 32enne della EF, ha affrontato un’operazione di sette ore dopo la caduta alla sesta tappa della Vuelta.

Si può dire che forse il peggio è passato. Il 29 agosto durante la sesta tappa della Vuelta Uran cade violentemente. Subito soccorso in condizioni gravi è stato trasportato a Barcellona. Ieri dalla terapia intensiva ha finalmente mandato un sorriso alla famiglia, compagni di squadra e tifosi.

In questi giorni ha vissuto il periodo più difficile, l’operazione chirurgica a cui è stato sottoposto è durata 7 ore, soprattutto per colpa della perforazione del polmone, poi il messaggio su Instagram.

“Amici, la vita e la bicicletta mi hanno sempre messo a dura prova, ma mai come in questa settimana. Dopo 7 ore di intervento, il dottore ha detto ai miei familiari che tutto è andato per il meglio. E’ stato un bello spavento anche per loro. Clavicola, scapola, costole e cervicale stanno bene e il polmone migliora sempre di più. Da qui in poi ci vorrà tanta pazienza per recuperare da questo 2019 che è stato molto difficile. Grazie davvero a tutti per le vostre preghiere perché secondo il dottore sono vivo per miracolo”.

Professionista dal 2006 e cresciuto nel bresciano, Uran è il leader della EF: due volte secondo al Giro d’Italia nel 2013 e 2014, secondo al Tour 2017 e secondo all’Olimpiade di Londra 2012: in tutto sono 13 vittorie in carriera.

Facci sapere cosa ne pensi. Lascia un commento 🙂
Loading...